religione

Fra Basilio e il dizionario cinese-latino

Gelsomino Del Guercio Youtube _ Istituto Pio Paschini

Per primo, cinque secoli fa, ha tradotto il dizionario dal latino al cinese

In un Paese dove oggi è sempre più difficile essere cristiani, a causa delle pressioni del Governo, brilla la luce di un frate francescano che per primo, cinque secoli fa, ha tradotto il dizionario dal latino al cinese. Senza di lui, l’evangelizzazione del Paese orientale non si sarebbe avuto perchè non si può portare la Parola di Dio in Cina senza capire e farsi capire.

Il missionario Fra Basilio Brollo (Gemona del Friuli, 1648 – Xi'an, 16 novembre 1704), nel 1680 sbarcò a Canton, in Estremo Oriente, assieme ai suoi confratelli francescani, in risposta alla rinnovata spinta missionaria promossa dalla Sacra Congregatio de Propaganda Fide.

LA CENSURA DI NAPOLEONE

Il suo desiderio di condividere le conoscenze e la sua tenacia di studioso lo portarono infatti a realizzare il più completo e accurato dizionario cinese-latino dell'epoca. Una prima versione conteneva oltre 7000 caratteri, era stata compilata tra il 1692 e il 1694 e aveva i caratteri ordinati in base al radicale. La seconda versione, scritta nel 1699, aveva i caratteri ordinati in base alla pronuncia. Un testo fondamentale, scrive Tele Friuli, ma dalla storia travagliata: requisito da Napoleone, poi plagiato, finalmente riscoperto nella sua grandezza in tempi relativamente recenti.

LEGGI ANCHE: Chi fu tra i primi evangelizzatori della Cina?

DA NANCHINO A SHANGAI

Fin dal suo insediamento in terra cinese, padre Brollo, prese coscienza delle difficoltà dell’incontro con un’altra cultura e religione, cercando di mantenere il legame con le tradizioni, la storia e i riti ancestrali che scandivano la vita di quelle comunità lontane per trovare vie nuove per rendere possibile il radicamento del Vangelo (Il Friuli). Fra Basilio fu un dinamico missionario che non a caso si recò così a più riprese tra il 1686 ed il 1690 nelle provincie del Kiangsi, del Fukìen, del Kwangtung, del Chekiang e nelle città di Nanchino e di Shanghai (Treccani.it).

LEGGI ANCHE: Secoli francescani in Cina

LA MOSTRA SU FRA BASILIO

Dal Friuli alla Cina sulle orme di Basilio Brollo da Gemona vuole essere un viaggio di bellezza, eleganza e raffinatezza attraverso il tempo (dal 1420 al 1700) e lo spazio: dal Friuli alla Cina. Con un approccio immersivo, nell’edificio ex carceri del Castello di Gemona, da sabato 29 maggio 2021 e fino al 24 ottobre 2021, straordinari capolavori inediti di abbigliamento, arte ceramica, pittura e scultura metteranno in scena l’incontro tra due culture e stimoleranno la riscoperta della figura di Brollo, ponte tra due mondi.

LEGGI ANCHE: Francescani in Cina, una storia lunghissima

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA