religione

Benedetto XVI ringrazia Papa Francesco per la Patris corde

Redazione Avvenire.it

L'intervista al settimanale Die Tagespost

La Lettera Apostolica Patris corde con cui Papa Francesco ha istituito l’Anno di San Giuseppe è un testo "che viene dal cuore e va al cuore, pur essendo molto profondo". A dirlo è il Papa emerito Benedetto XVI in una intervista al settimanale cattolico tedesco Die Tagespost, in uscita nei prossimi giorni e ripresa da CNA Deutsch, agenzia del gruppo ACI in lingua tedesca. "Sono particolarmente lieto – afferma Benedetto XVI - che Papa Francesco abbia richiamato l'attenzione dei fedeli su San Giuseppe. Ho quindi letto Patris corde con particolare gratitudine e sincera approvazione. Penso che questo testo debba essere letto e considerato più e più volte dai fedeli per contribuire così all'approfondimento della nostra venerazione per i santi in generale e per San Giuseppe in particolare". Nell’ampia intervista concessa a Die Tagespost, il Papa emerito ricorda la celebrazione della sua festa onomastica – il 19 marzo – vissuta in famiglia nella sua Baviera. Quel giorno – ricorda Benedetto XVI – “c'era sempre una primula come segno di primavera, che San Giuseppe porta con sé. E nostra madre preparava sempre una torta con la glassa”. (Acistampa)

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA