Lettere al direttore

Una preghiera per l'America

Redazione Pixabay

Carissimo Padre Enzo,

Grazie mille per avermi inviato il calendario 2021! Chiedo in particolare le vostre preghiere per il nuovo corso politico del mio Paese. Preghiamo affinché regni la pace, l'armonia e il rispetto, indipendentemente da chi ci governa. Dall'altra parte dell'Oceano…lontano ma molto vicino…le mie giornate si arricchiscono dei messaggi che arrivano da Assisi... In questi tempi dove c'è tanta disinformazione, paura, manipolazione, incertezza... c'è una cosa che rimane stabile ed è il mio infallibile supporto alla comunità della “Brava Gente”. Un'attesa per un mondo migliore con pazienza, fede, senza giudizio... grazie tante di cuore!

Infine, voglio condividere un paragrafo di uno scritto di Clarissa Pinkola Estes: “Ci sarà sempre un momento in cui vi sentirete scoraggiati. Io stessa ho provato lo scoraggiamento molte volte nella vita, ma non gli tengo il posto, non lo prendo in considerazione. Non gli permetto di mangiare nel mio piatto. Il motivo è questo: fin nelle ossa so una cosa, come la sapete voi. Ed è che non ci può essere disperazione quando ricordate il perché siete venuti sulla Terra, di chi siete al servizio e chi vi ha mandato qui. Le buone parole che diciamo e le buone azioni che facciamo non sono nostre: sono parole e azioni dell’UNO che ci ha portati qui.

Con questo spirito, spero che scriverete questo sulla vostra parete: una grande nave ormeggiata nel porto è indubbiamente al sicuro. Ma non è per questo che le grandi navi sono state costruite”. Un grande abbraccio, un pace e bene a te Padre e alla bellissima "Brava Gente".

Marta 

Carissima Marta,

i mezzi della comunicazione ci consentono di sentirci vicini seppur lontani, la preghiera poi ci fa percepire uniti seppur distanti.  La riflessione che mi hai suggerito la porterò con me, nelle mie quotidiane riflessioni e sarà un dono per tutti coloro che leggono la Rivista. 

A te, “brava Marta” il grazie di sentirti parte di una comunità, virtuale nella forma ma così reale nella sostanza. Sono certo che la situazione nel tuo Paese migliorerà, siete un grande popolo e mi auguro che chiunque vi governerà lo farà con saggezza...pregherò per voi.  E mi permetto di aggiungere una riflessione che il Papa fa nell’Enciclica, in apertura, sull’importanza di essere connessi, ma anche prossima di essere vicini: “Malgrado si sia iper-connessi, si è verificata una frammentazione che ha reso più difficile risolvere i problemi che ci toccano tutti. Se qualcuno pensa che si trattasse solo di far funzionare meglio quello che già facevamo, o che l’unico messaggio sia che dobbiamo migliorare i sistemi e le regole già esistenti, sta negando la realtà. Desidero tanto che, in questo tempo che ci è dato di vivere, riconoscendo la dignità di ogni persona umana, possiamo far rinascere tra tutti un’aspirazione mondiale alla fraternità. Tra tutti: «Ecco un bellissimo segreto per sognare e rendere la nostra vita una bella avventura. Nessuno può affrontare la vita in modo isolato […]. C’è bisogno di una comunità che ci sostenga, che ci aiuti e nella quale ci aiutiamo a vicenda a guardare avanti. Com’è importante sognare insieme! […] Da soli si rischia di avere dei miraggi, per cui vedi quello che non c’è; i sogni si costruiscono insieme».Sogniamo come un’unica umanità, come viandanti fatti della stessa carne umana, come figli di questa stessa terra che ospita tutti noi, ciascuno con la ricchezza della sua fede o delle sue convinzioni, ciascuno con la propria voce, tutti fratelli!

Uniti nella preghiera,

P. Enzo

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA