Lettere al direttore

Il Muro del Tempio di Gerusalemme. Un'opera dimenticata?

Redazione Chiara Dionigi

Egregio Padre Enzo Fortunato,

Mi chiamo Valentina, sono una ricercatrice/assistente, presso l'Accademia di Belle Arti di Palermo. La contatto in merito ad una questione che mi sta parecchio a cuore, non solo come persona, ma soprattutto come artista. Vorrei avere delle informazioni su un’opera, soprattutto dopo la diretta che ha fatto oggi su Facebook - 16.04.2020 - dalla selva di San Francesco.

L’opera a cui mi riferisco, è "Il Muro del Tempio di Gerusalemme" del maestro Salvo Salvato, persona per cui nutro profonda stima professionale, artistica e affetto, opera sita proprio dentro la selva stessa, do per scontato il fatto che voi la conosciate benissimo, io posso dirle dal canto mio, poiché la osservo da parecchi anni che è un’opera di cui non si parla mai, è un’opera quasi nascosta, celata, forse dimenticata?

E allora mi chiedo perché quando viene realizzata una diretta direttamente dal posto dove è situata la stessa, non si fa vedere? Non le posso negare la mia personale delusione, perché oltre ad ascoltare le sue splendide parole, ho sperato che finalmente fosse mostrata, ho aspettato il momento in cui si addentrava dentro la vegetazione per poterla ammirare, entrare anche virtualmente dentro la selva è un così tale privilegio, che in un momento così buio ci aiuta a ritrovare un po' di pace, ma la mia è stata un’aspettativa delusa.

So benissimo di non essere "nessuno", sono solo un umile persona che voleva contemplare un simbolo di speranza, di bellezza, e di tutto ciò che c'è di buono.

Confido in una risposta, con la speranza che questa lettera non sia ignorata.

Cordialmente,
Valentina.


Carissima Valentina,

intanto un pace e bene. Ho letto la tua email e sinceramente non ci ho pensato quella mattina di arrivare fino al Muro del Tempio di Gerusalemme. Un'opera che a me sta molto a cuore perché quando fu posta ero lì presente all'inaugurazione. Inoltre gli ho dedicato anche un editoriale su uno dei miei libri "Siate amabili" edito da Il Messaggero, dal titolo "il cuore dell'uomo, nel cuore di Dio" che come tu saprai è il centro di questa opera.

Un abbraccio e la prossima volta che vi porterò nella Selva ve la farò vedere,

Padre Enzo.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA