Lettere al direttore

Cristianesimo: cammino di comunione fraterna

Redazione Vatican Media

Caro Padre Enzo,
ultimamente, frequentando i vari social, troviamo, oltre i No-virus, No-vax, No-mascherina, ecc., anche molti No-Francesco, No-“Fratelli tutti”, No-vescovi e così via... Ciò che ci colpisce in particolare è che, soprattutto questi ultimi contestatori sono rappresentati da persone (e personalità) che si dicono cristiane e cattoliche (forse lo sono di più). Tra le tante, l’ultima che ci ha spiazzato è stata una polemica sul nuovo Padre Nostro che addirittura non sarebbe lecito pregare. Ora sappiamo bene che nella Chiesa c’è sempre stata una certa “vivacità” di opinioni ma mi sembra che screditare continuamente ciò che fan- no i vescovi, il Papa o quanti cercano di fare del proprio meglio per vivere un cristianesimo gioioso, inclusivo, attento agli ultimi, sia, come dicevamo, spiaz- zante. In particolare per chi (come noi) cerca di vivere il proprio cristianesimo con il cuore “leggero”, semplice, lineare. Ci piacerebbe avere una tua parola, un tuo commento, per capire un po’ me- glio come approcciare queste situazioni e queste idee che, tra l’altro, vengono spesso presentate e sostenute con toni piuttosto aggressivi. Ti ringraziamo e... una preghiera per noi. Marco e Veronica 

 

Carissimi Marco e Veronica, 

vi raggiungo con le parole di san Francesco: Il Signore vi dia pace! Ho letto attentamente la vostra lettera che riflette come una mappatura ben fatta quello che accade nella società e anche nella Chiesa. L’una e l’altra fatta da uomini e donne. Vi rispondo semplicemente con una affermazione che prendo in prestito dalla saggezza popolare: fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. Questo per dirvi, e dirci, che è vero che ci sono diverse opinioni, ma è altrettanto vero che la stragrande maggioranza è silenziosa, sa cosa seguire e chi seguire. Ecco perché tenderei a non dare troppa importanza a strane teorie. Sono sempre del parere che un cristiano è per sua natura, portatore di comunione e non fruitore di divisione. È da qui che colgo la bellezza di ogni uomo. Basta vedere che il Papa emerito Benedetto XVI non ha mai pronunciato una parola contro Bergoglio e se qualche volta è stato strumentalizzato, ha rettificato subito le affermazioni. Grazie della vostra riflessione. Un caro saluto di pace e bene

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA