Frati di Assisi

Economia corsi: Assisi la nuova Davos francescana

Enzo Fortunato Ambrogio Lorenzetti

Una positiva contaminazione di visioni ed esperienze, con alcuni dei valori propri del cammino francescano

Da “Percorsi Assisi” a “The Economy of Francesco” con Frey, Yunus, Meloto, Raworth, Sachs, Sen, Shiva e Zamagni

Il Sacro convento di Assisi sarà il centro di riflessione su temi economici, attraverso Corsi Economia, Lezioni, Didattica, Seminari sulla base delle parole e degli insegnamenti di San Francesco. Permetterà ai manager del futuro di vivere una esperienza sia formativa sia spirituale.

Con l’appuntamento voluto da Papa Francesco e che si terrà a marzo 2020 nella città del Poverello, Assisi si candida ad essere la nuova Davos francescana. “Percorsi Assisi” e “The Economy of Francesco”, sono il segno di una positiva contaminazione di visioni ed esperienze, con alcuni dei valori propri del cammino francescano: lo stupore di fronte al reale, la cura dell’ambiente come casa comune e una nuova “economia francescana”.

Il primo incontro, in preparazione all’appuntamento di marzo, è “Percorsi Assisi” che si terrà dal 31 agosto all’8 settembre (www.percorsiassisi.it). Un evento dove s’incontreranno i più grandi economisti mondiali e gli studenti universitari: laboratori del pensiero e dell’azione, in cui i giovani verranno chiamati a ricercare, riflettere, dialogare e lavorare insieme. Giornate intense di confronto e dialogo sui temi dell’economia, dell’ambiente e della fraternità e dove, soprattutto, verrà limitato l’uso dei cellulari. Tra gli obiettivi: rimettere l’individuo al centro dando vita ad un nuovo umanesimo digitale.

Durante la settimana i ragazzi saranno impegnati in incontri, con imprenditori internazionali che hanno integrato nel loro modello di business valori e principi di sostenibilità, e in momenti di riflessione e meditazione con i frati. L’esperienza permetterà ai futuri manager e intellettuali di vivere una dimensione formativa e spirituale nuova. Tra i relatori, il Premio Nobel per la Pace, Muhammad Yunus, l’economista Carlo Cottarelli, l’imprenditore, Brunello Cucinelli, e il Presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali, Stefano Zamagni.

Il secondo appuntamento, quello più atteso, è “The Economy of Francesco”. L’evento voluto da Papa Francesco che ha convocato ad Assisi dal 26 al 28 marzo i giovani economisti da tutto il mondo, in un’occasione unica per un futuro migliore (www.francescoeconomy.org). Un insieme di esperienze e contenuti sui vari modelli di economia, con un appello rivolto agli under 35 di mettersi insieme e tirare fuori, condividendo, quella che per loro è la gestione del futuro. Assisi non sarà un involucro sterile, ma luogo di meditazione, riflessione e progettazione. Costruire un’economia improntata alla crescita dell’uomo, al suo sviluppo integrale e all’armonia tra le persone.

L’evento si articolerà in laboratori, manifestazioni artistiche e plenarie con i più noti economisti, esperti dello sviluppo sostenibile, imprenditori e imprenditrici che oggi sono impegnati a livello mondiale per una economia diversa e che rifletteranno e lavoreranno insieme ai giovani. Hanno già confermato la loro presenza i premi Nobel Muhammad Yunus e Amarthya Sen. E ancora, tra gli altri, Bruno Frey, Tony Meloto, Carlo Petrini, Kate Raworth, Jeffrey Sachs, Vandana Shiva e Stefano Zamagni. Non un convegno tradizionale ma un’esperienza dove la teoria e la prassi si incrociano per costruire nuove idee e collaborazioni. Un programma dove i tempi rallentano per lasciare spazio anche alla riflessione e al silenzio, alle storie e agli incontri, all’arte e alla spiritualità, perché siano il pensiero e l’agire economico dei giovani ad emergere.

«Due strade verranno percorse dagli studenti e saranno sicuramente le più “affascinanti” per i manager "francescani" del domani - ha dichiarato il direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi, padre Enzo Fortunato -. Non lo stress, ma la calma. Non la corsa frenetica, ma il lento cammino. Non connessi al mondo virtuale, ma connessi a quello reale».

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA