religione

Cardinale eletto Cantalamessa: 'Sono e resto un frate minore cappuccino'

Marco Mancini Daniel Ibanez CNA

Chiesta la dispensa dall'ordinazione episcopale prevista dal diritto

Ho chiesto al Santo Padre la dispensa dall’ordinazione episcopale prevista dal diritto canonico per chi viene eletto cardinale. Il motivo è duplice. L’episcopato, come dice il nome stesso, designa l’ufficio di chi è incaricato di sovrintendere e  pascere una porzione del gregge di Cristo. Ora, nel mio caso, non è prevista alcuna responsabilità pastorale, per cui quello di vescovo sarebbe  stato un titolo senza il corrispettivo servizio che implica. In secondo luogo, io desidero rimanere un frate minore cappuccino, nell’abito e nel resto, e  la consacrazione episcopale mi avrebbe posto giuridicamente al di fuori dell’Ordine”. Lo ha confermato ieri in una intervista alla Catholic News Agency il Cardinale eletto Raniero Cantalamessa, Predicatore della Casa Pontificia.

Credo – ha detto P. Cantalamessa - che sia il desiderio del Santo Padre – come è anche il mio – che continui il mio stile di vita di religioso francescano e di predicatore. Il mio unico servizio alla Chiesa è stato quello di proclamare la parola di  Dio per cui ritengo che la mia nomina cardinalizia sia un riconoscimento dell’importanza vitale della Parola per la Chiesa, più che della mia persona. Finché il Signore me ne dà la possibilità, continuerò a fare il Predicatore della Casa Pontificia, perché questo è l’unica cosa che mi è richiesta anche come cardinale”.

Nei tanti anni da Predicatore P. Cantalamessa ha voluto ricordare l’imprescindibilità dello Spirito Santo, perché senza il suo intervento “tutto resta sapienza di parole.  Di qui il bisogno per ogni annunciatore di coltivare una grande apertura allo Spirito. Solo così si può sfuggire alle logiche umane che tentano sempre di strumentalizzare la parola di  Dio per scopi contingenti, personali o collettivi. Questo sarebbe annacquare, o, secondo un’altra traduzione, un fare mercato della parola di  Dio”. (AciStampa)

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA