francescanesimo

I 'miracoli' delle francescane missionarie di Cristo nelle periferie d’Etiopia

Gelsomino Del Guercio Facebook _ Suore Francescane Missionarie di Cristo

Partite 49 anni fa 'armate' di Provvidenza, oggi gestiscono scuole, ambulatori e corsi per chi, senza di loro, avrebbe avuto una vita di strada senza prospettive

Nelle periferie dell’Etiopia, le Suore Francescane Missionarie di Cristo, «“Mandate in prestito al mondo” per portare il fascino del vangelo, con letizia francescana», da 49 anni aiutano donne e bambini ad avere un futuro migliore di quello che li aspetta in un Paese dove la povertà è drammatica.

Hanno tre missioni in cui si affidano «alla divina Provvidenza, certe che, ogni volta che da povere, avremo amato e servito Cristo povero e crocifisso, Egli “ci nutrirà”, come ha assicurato il Serafico Padre San Francesco». La Provvidenza le ha accompagnate in questo lungo percorso che le ha fatto raccogliere oggi, nel 2021, frutti importanti, come spiega il loro portale missionario Tau Fiorito.

AD ADDIS ABEBA TOLGONO I BAMBINI DALLA STRADA
Ad Addis Abeba​​ la missione inizia il 27 ottobre 1972, con le prime cinque suore francescane che toccavano il suolo della terra d’Etiopia. Furono accolte in una casetta vicino alla comunità dei Padri Cappuccini e lì rimasero per 9 anni. Poi si trasferirono nell'attuale abitazione.

IL CENTRO “SANTA CHIARA”
Oggi gestiscono il “Centro Santa Chiara”, che nasce nel 1999. Il centro diurno accoglie i bimbi di strada, dai tre ai sei anni, dalle 9 alle 16.00 con un pasto caldo. I bimbi sono sostenuti grazie alle adozioni a distanza.
Terminata la scuola dell’infanzia, passano nelle scuole primarie pubbliche o private, e le sorelle continuano a seguirli, pagando la tassa scolastica, la divisa, il materiale scolastico, eventuali cure sanitarie per il bambino e per i suoi familiari.

LEGGI ANCHE: La Fraternità Francescana Missionaria nei luoghi più poveri del mondo

AD ASHIRA GESTISCONO L’AMBULATORIO
Ad Ashirà​​ le suore francescane sono presenti dal 1974. Si occupano di​ un ambulatorio, che offre servizi di prevenzione, cura, educazione sanitaria. E dedica particolare attenzione alla cura della salute della madre e dei bambini. La piccola clinica sta migliorando il suo servizio grazie agli strumenti diagnostici di cui si sta dotando.

LA SCUOLA “SAN FRANCESCO”
Le suore gestiscono anche la scuola materna “San Francesco”, che è situata nella vicina cittadina di Shinshicho. Già da diversi anni le sorelle lavorano nella scuola materna. In alcune sezione si adotta il metodo Montessori, molto apprezzato dai genitori e dalle autorità locali. Le sorelle sono impegnate, infine, nell’attività pastorale della parrocchia in collaborazioni con i Padri Cappuccini.

LEGGI ANCHE: Il missionario nelle periferie di Nairobi: qui ho scoperto relazioni autentiche

A GALCHA ASSISTONO LE PARTORIENTI
A Galcha​​, la comunità più giovane ha avuto inizio nel 1997. ​La principale attività svolta è quella sanitaria. La zona, infatti, povera di vie di comunicazione, è poco servita dai servizi sanitari governativi.

CORSI DI ALFABETIZZAZIONE
Le sorelle coadiuvate da personale locale offrono servizio di prevenzione, cura e assistenza alle donne nel parto. Seguono anche un progetto per il miglioramento delle condizioni igienico sanitarie generali. In più, offrono corsi di alfabetizzazione, per rispondere al diritto fondamentale di ogni persona di ricevere istruzione ed avere un posto nella società e di promozione della donna, con corsi di cucito, ricamo e formazione al micro-credito.

LEGGI ANCHE: Le 10 caratteristiche del missionario francescano

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA