NOTIZIE > esteri

Inondazioni in Sud Sudan e Somalia, Chiesa in aiuto degli sfollati

Nei Paesi africani è emergenza

È emergenza umanitaria in Sud Sudan e in Somalia dopo le forti inondazioni che hanno colpito i due Paesi africani tre giorni fa.

Danni a culture e allevamenti
Raccolti danneggiati, allevamenti inondati, mancanza di assistenza, difficoltà di accesso ad acqua sicura e servizi igienico sanitari, questa è la situazione in molte aree che sta aggravando la già preesistente malnutrizione dei bambini e rischia di causare un ciclo mortale di malattie legate all’acqua molto veloci a diffondersi.

Circa 700mila bambini bisognosi di assistenza
Secondo i dati diffusi dall’Unicef hanno bisogno di assistenza 490mila bambini sud-sudanesi e circa 200mila minori somali. L’Agenzia per l’infanzia delle Nazioni Unite sta già rispondendo ai bisogni primari sula campo e ha lanciato un appello per un aiuto internazionale da almeno 10 milioni di euro. Sono in via di distribuzione 4,8 tonnellate di aiuti, 33.000 kit igienici e medicine per l’eventuale cura di almeno 90mila persone colpite da diarrea. Sono inoltre distribuite pastiglie per potabilizzare l’acqua e diversi team sono sul terreno per diffondere porta a porta informazioni sanitarie.

Interrotta l’istruzione
In diverse zone del Sud Sudan è poi a rischio il servizio scolastico. Circa 90.000 bambini non possono andare a scuola perché le classi sono inondate, gli insegnanti sono sfollati e le scuole sono utilizzare come rifugi. L’Onu sottolinea che in questo modo i minori stanno perdendo anche spazi sicuri che li proteggano da sfruttamento e abusi.

In Somalia migliaia di sfollati
Istruzione interrotta anche per migliaia di bambini in Somalia dove le inondazioni hanno colpito soprattutto le località di Belet Weyne, Berdale, Baidoa, Jowhar e Mahadaiin. Migliaia di famiglie sono state costrette a lasciare le proprie case e rifugiarsi su terreni più alti.

Soccorsi della Chiesa nelle aree più remote
Scuole cattoliche messe a disposizione come rifugio e distribuzione di teli e zanzariere. In questo mondo la Chiesa del Sud Sudan sta aiutato le popolazioni in sofferenza per le alluvioni, come racconta a Vatican News suor Elena Balatti, della provincia comboniana del Sud Sudan e membro del locale network della Radio cattoliche. Leggi qui l'intervista a suor Elena Balatti 

Marco Guerra - Vatican News



Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
ACCONSENTO NON ACCONSENTO
al trattamento dei miei Dati personali per le finalità riportate nell'informativa, al fine esclusivo di contattare l'utente per sole ragioni di servizio, legate all'evasione delle sue richieste (pubblicazione commenti)
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits