societa

L'impegno dell’Antonianum per l'Ecologia integrale

Antonio Tarallo

Il prossimo 30 giugno una giornata per il Creato

La Pontificia Università Antonianum di Roma scalda i motori per la nuova licenza di Ecologia Integrale. Infatti, a partire dall’anno accademico 2021-2022 la Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Antonianum promuoverà il corso di licenza in filosofia con specializzazione in ecologia integrale. Il prossimo 30 giugno è in programma presso l'istituzione pontificia un importante evento che vedrà impegnati, oltre al Rettore Magnifico, Padre Augustin Hernandez Vidales, Don Maurizio Patriciello, Il Professor Gian Carlo Blangiardo (Presidente dell’Istat) e il dottor Stefano Laporta (Presidente dell’Ispra, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) e la Professoressa Filomena Maggino dell’Università La Sapienza di Roma. La cerimonia vedrà la premiazione con encomio solenne del cantautore Giovanni Caccamo. la giornata sarà chiusa dalla relazione della Rettrice dell’università romana La Sapienza. 

La giornata internazionale di orientamento e studio, potrà essere considerata una pre inaugurazione di questo nuovo percorso accademico, così caro ai Francescani. E’ l’approdo di un cammino iniziato dell'importante istituzione accademica francescana diverso tempo fa. Tutto era iniziato il 21 ottobre 2020 con il conseguimento del dottorato honoris causa in filosofia a Sua Santità Bartolomeo, Arcivescovo di Costantinopoli, Patriarca Ecumenico, durante l’inaugurazione dell’anno accademico della Pontificia Università Antonianum. 

In vista dell’avvio del corso è prevista l’assegnazione di un totale di 9 borse di studio biennali a copertura totale delle tasse accademiche e 6 borse di studio biennali a copertura parziale delle stesse tasse, grazie al sostegno di Etica SGR e Federmanager.  Gli obiettivi sono assai interessanti: infatti, il fine della specializzazione è fare del lavoro e dell’impresa un luogo educativo per la convergenza sinergica delle risorse offerte dalla Madre Terra e della genialità tecnico-scientifica propria dell’intelligenza umana. La metodologia didattica adottata mirerà, nel solco della lettera enciclica “Laudato si’” di Papa Francesco, alla generazione di un processo piuttosto che all’elaborazione di una strategia di problem solving limitata nel tempo e nello spazio. Basterebbe ricordare ciò che il pontefice ha scritto nella sua importante enciclica: “Il problema è che non disponiamo ancora della cultura necessaria per affrontare questa crisi e c’è bisogno di costruire leadership che indichino strade”. 

 

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA