Lettere al direttore

IN CARCERE HO TROVATO GESU’

Redazione Left

Mi chiamo Carolina,

ho 31 anni e vengo dal Brasile ma vivo qui da 16 anni. Vivevo a Udine. Da un anno e 3 mesi che sono in Carcere  So che ho commesso un grande sbaglio, ma tutti abbiamo un’altra chance. Ho deciso di scriverti questa poesia perché ho scoperto questo dono stando qui. Qui ho trovato Cristo Gesù. Prego, leggo la Bibbia e la vostra rivista e mi piace tanto. Mando una poesia, la dedico a una persona a cui vorrei dimostrare quanto tengo a lui da oltre le sbarre. Grazie per il vostro sostegno, forza e incoraggiamento.


Emozioni

E’ una piuma nella tempesta

va un soffio di vento

per perdersi nell’immensità

Il fiato

E’ vita

parole ed emozioni

non sottovalutare mai

ciò che è nella normalità della vita

Ragioniamo

nella vita si hanno dei sogni

provocano delle emozioni

dei desideri.

Tutto questo se lo vogliono veramente diventerà realtà

Carolina


***

Cara Carolina,

la tua storia ci insegna che anche il fallimento è un’occasione di crescita e riscatto. Tocca a noi saper indirizzare le nostre energie verso elementi positivi, nuove chance, come le hai chiamate tu. Anche la tua poesia parla di desideri, segni e del “perdersi nell’immensità”. Francesco nella sua vita ha peccato, ma da quegli errori sono nate radici forti, speranze impensate e la sua “risurrezione”come uomo di Dio.

Come ho avuto spesso modo di dire, come te, il Poverello legge le pagine della Bibbia mentre è in carcere. Ha modo di meditare, ed è lì che avviene il primo passo verso la conversione. Gli errori commessi in passato si trasformano in opportunità. Ti riporto le parole che papa Francesco ho voluto scrivere ai carcerati della Casa Circondariale di Velletri: "Dio vi ama sempre, non hanno importanza gli errori che avete commesso. Non lasciatevi rinchiudere nel passato perché la vera misura del tempo non è quella dell’orologio ma si chiama speranza”. Alla luce di queste parole e della tua frase “Tutto questo se lo voglio veramente diventerà realtà” porto le intenzioni che hai nel cuore in preghiera sulla tomba di San Francesco.


Un caro saluto di pace e bene.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA