fede

Maratea. Alla festa di Avvenire idee e spunti per la ripartenza del Paese

Vito Salinaro

La ripartenza morale ed economica del Paese è già iniziata 

La ripartenza morale ed economica del Paese è già iniziata ma per farsi trovare pronti dal tempo post-pandemico occorre ridisegnare valori e tempi delle nostre esistenze, riabilitando “una cittadinanza solidale”, contrastando il sopravvento degli individualismi, e ridisegnando un nuovo patto che sappia affrontare le delicate questioni ecologiche. E’ questo il messaggio conclusivo al termine dei lavori della quinta Festa di Avvenire in Basilicata, ospitata in quell’angolo di straordinaria bellezza paesaggistica che è Maratea (Potenza).


“Tra cielo e terra: il futuro dell’Italia” è stato il tema dell’appuntamento promosso - oltre che dal quotidiano dei cattolici italiani - dalla Conferenza episcopale di Basilicata e dall’Associazione Giovane Europa. Sul palco, introdotti dal vescovo di Tursi-Lagonegro (diocesi ospitante), monsignor Vincenzo Orofino, hanno preso la parola il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, Fabio Lazzerini, amministratore delegato di Ita, la neonata compagnia aerea che raccoglie l’eredità di Alitalia, e il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio.


“La presenza culturale dei cattolici ¬– ha detto monsignor Orofino - è sempre più necessaria e reclamata dal territorio. Avvenire offre alla comunità cristiana e civile un intelligente e qualificato servizio a favore della dignità umana affermata nella sua globalità”.
Per il presidente dell’Associazione Giovane Europa, Angelo Chiorazzo, “fare cultura vuol dire anche comunicare la realtà e la bellezza del nostro patrimonio naturale, storico e umano, affinché le persone si sentano protagoniste del loro futuro. Quando si cammina insieme, quando ogni componente della società lavora per il bene comune, quando c’è attenzione ai più fragili, si può affrontare qualsiasi crisi”.

Anche quest'anno la Festa è stata supportata dalla Cooperativa sociale Auxilium e dalla Banca di Credito cooperativo di Alberobello, Sammichele e Monopoli, affiancata dal Gruppo Cassa Centrale – Credito Cooperativo Italiano.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA