francescanesimo

Da mio padre al Padre Nostro

Padre Enzo Fortunato

In questo giorno che il Papa ci invita a pregare tutti insieme il Padre Nostro, condivido con voi alcune suggestioni. San Francesco il play boy convertito. Con questa espressione che fece discutere mezzo mondo Benedetto XVI descrisse il giovane Francesco centrato su se stesso, era il giovane che chiedeva al padre i soldi, le stoffe, la carriera, il guadagno fregandosene di tutti. Sperperando tutto e sprecando la propria la vita. E' la logica del "padre mio". Poi improvvisamente un lebbroso, o un contagiato di coronavirus oggi, lo mette in crisi e gli fece comprendere che il male aveva la sua luce, inizia ad affiorare la logica del Padre Nostro.

La scoperta dell'altro, la riscoperta degli ultimi, degli esclusi, degli emarginati, in tutti riesce a scorgere i tratti di Cristo. Oggi se il Papa propone alla Chiesa universale la preghiera del Padre Nostro, è perché il filo rosso del carisma francescano che attraversa il pontificato diventa sempre più evidente, più urgente e necessario. Un Padre Nostro che può diventare non solo esperienza labiale, ma esperienza esistenziale, sociale, politica. L'esperienza drammatica che il mondo sta vivendo non ci dovrà solo condurre a vincere questa battaglia, che siamo certi vinceremo, ma anche a renderci migliori. E nelle parole della poetessa bergamasca, Mariangela Gualtieri, che più da vicino ha visto il mostro, la luce risplende, anche nel buio della notte: "È portentoso quello che succede. E c’è dell’oro, credo, in questo tempo strano. Forse ci sono doni. Pepite d’oro per noi. Se ci aiutiamo."

L'inchiostro per scrivere nuove pagine, per essere migliori, lo attingiamo da un Santo universale, amato da credenti e non credenti che ha portato la purezza del Vangelo ed è oggi una risposta provvidenziale alle aspirazioni che sgorgano dal più profondo dell'animo umano. In tutti nasce la sensazione di cogliere in Francesco un'integrale purezza. L'eco della sua Basilica vuota e delle chiese vuote dice Padre Nostro.

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA