attualita

Festa di Sant’Antonio: niente processione, ma una reliquia speciale

Gelsomino Del Guercio Ben Kerckx - Pixabay

Il 13 giugno a Padova, una giornata in onore del santo francescano: tutte le novità di quest'anno

Il 13 giugno a Padova sarà una festa di Sant’Antonio da Padova ancora una volta diversa dal solito e senza la tradizionale processione, ma con una storica novità. Il tema della salute e della guarigione è il cardine dell’inedita alternativa alla tradizionale processione con la statua di Sant’Antonio.

LE DUE PEREGRINATIO
Due i momenti clou, spiega il portale Padova Oggi, citando la conferenza stampa di presentazione degli eventi antoniani. Una prima peregrinatio via terra domenica 13 giugno da Venezia a Padova, con la reliquia di sant’Antonio donata nella metà del Seicento alla Basilica della Salute e da allora mai rientrata al Santo, con ritorno lungo il fiume Brenta domenica 20 giugno, che culminerà sul Canal Grande con il corteo acqueo delle società remiere.

Una seconda peregrinatio in città di Padova con la tradizionale statua processionale nel primo pomeriggio della Festa di Sant’Antonio dal valore altamente simbolico e significativo, a testimonianza della sua vicinanza ai padovani.

LA “VISITA” DI SANT’ANTONIO ALLA CITTA’
In accordo con le autorità cittadine e dell’ordine pubblico, la statua accompagnata dal rettore della Basilica del Santo porterà la sua benedizione per le strade cittadine passando davanti ad alcuni luoghi simbolo, come la Casa di reclusione e la Casa circondariale di via Due Palazzi a Padova (sant’Antonio con i suoi confratelli visitava spesso i carcerati dell’epoca, era loro amico e, per quanto poteva, aiutava anche le loro famiglie, soprattutto si batteva contro le leggi ingiuste, come quella fin troppo severa di allora per i debitori insolventi, convincendo nel 1231 il Consiglio Maggiore di Padova a cambiarla).

La statua poi attraverserà alcune sedi della vita pubblica civile, come la Camera di Commercio, luogo rappresentativo della resilienza di tante categorie di lavoratori; l’Università, luogo di studio e ricerca scientifica; il Municipio, sede dell’Amministrazione del “bene comune”.

LEGGI ANCHE: Sant'Antonio e la leggenda de “'O 'pane p”e pezziènte”

NESSUN CORTEO
Il tragitto non prevede soste né cortei. La statua, scortata dalla Polizia locale che “presterà” al Santo la storica auto delle processioni, rientrerà in basilica per la celebrazione della messa solenne delle ore 17 presieduta dal neo Ministro provinciale dei Frati Minori Conventuali, padre Roberto Brandinelli. Da evidenziare come entrambi i momenti siano una processione e non prevedano pertanto cortei di fedeli al seguito della statua o della reliquia. Gli orari delle due peregrinatio sono ancora in fase di definizione e verranno resi noti a ridosso degli eventi.

DOVE SEGUIRE LA FESTA DI SANT’ANTONIO
Per evitare assembramenti, come lo scorso anno, questi momenti, come altri dei festeggiamenti in onore di sant’Antonio, saranno seguiti in diretta televisiva su ReteVeneta e in diretta streaming web sul sito Santantonio.org, sul sito 13giugno.org e sui social del Messaggero di sant’Antonio: pagina Facebook Sant’Antonio – I frati della Basilica e canale YouTube Messaggero di sant’Antonio.

LEGGI ANCHE: 800 anni fa l’incontro tra san Francesco e sant'Antonio

Cari amici la rivista San Francesco e il sito sanfrancesco.org sono da sempre il megafono dei messaggi di Francesco, la voce della grande famiglia francescana di cui fate parte.

Solo grazie al vostro sostegno e alla vostra vicinanza riusciremo ad essere il vostro punto di riferimento. Un piccolo gesto che per noi vale tanto, basta anche 1 solo euro. DONA