NOTIZIE > societa

Turismo, luoghi di culto: un accesso a pagamento nelle chiese?

di Redazione online
Turismo, luoghi di culto: un accesso a pagamento nelle chiese?
Credit Foto - Ansa - MASSIMO PERCOSSI

La proposta lanciata dal ministro Franceschini di introdurre un biglietto di ingresso al Pantheon (visitato nel 2016 da 7,4 milioni di persone), edificio cardine della cultura occidentale e luogo simbolico della storia italiana, ha riportato l’attenzione sul tema delle chiese a pagamento cui “Avvenire” dedica oggi un approfondimento.

Santa Maria ad Martyres, oltre che un monumento storico, è un luogo di culto cristiano. La basilica sarebbe la prima dotata di ticket nella capitale, dove la scelta del Vicariato di Roma è di non far pagare l’entrata nelle chiese. In Italia i luoghi di culto con ingresso a pagamento sono 75 su un totale di 64.431 edifici secondo il censimento in corso di realizzazione dalle diocesi. A questi se ne aggiungono diverse migliaia di diversa proprietà.

Valerio Pennasso, direttore dell’Ufficio nazionale per i beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Cei sottolinea che la questione richiede una premessa: “Le chiese ovunque rappresentano per la comunità cristiana e civile un bene identitario indiscutibile”, tale per cui “l’edificio chiesa è il luogo del ritrovarsi per la preghiera. La prevalenza di interesse è quindi quello pastorale”.

È del 2012 la nota con cui il consiglio permanente della Cei “riafferma il principio dell’apertura gratuita delle chiese, come luoghi dedicati primariamente alla preghiera comunitaria e personale”, regola da “applicarsi anche alle chiese di grande rilevanza storico-artistica, interessate da flussi turistici notevoli”. Pur ammettendo la possibilità di un ticket “per la visita a parti del complesso chiaramente distinte”, in linea di principio “è da escludersi che l’accesso alle chiese aperte al culto sia condizionato al pagamento di un biglietto di ingresso”.

Ma in alcuni casi resta il problema della sostenibilità economica. Sul tema intervengono Pierfrancesco Pacini, presidente dell’Opera della Primaziale Pisana e presidente dell’Associazione fabbricerie italiane; Paola Marangoni, direttrice dell’associazione veneziana Chorus; Domenica Primerano, direttrice del Museo diocesano Tridentino e presidente dell’Associazione dei musei ecclesiastici italiani. (Agensir)


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits