NOTIZIE > francescanesimo

QUARESIMA, LA PIA PRATICA DELLE QUARANTORE

di Redazione online
QUARESIMA, LA PIA PRATICA DELLE QUARANTORE
Credit Foto - Ansa - ABIR SULTAN

Ogni anno, durante il tempo della Quaresima, si rinnova la cosiddetta pratica devozionale delle Quarantore.

L’origine remota delle Quarantore è da ritrovarsi nella pratica dei fedeli di commemorare, durante la settimana santa, le quaranta ore che il Corpo di Gesù giacque nel sepolcro; durante questo arco di tempo i fedeli rimanevano in preghiera e facevano penitenza per prepararsi degnamente alla grande solennità della Pasqua.



Pian piano le Quarantore si caratterizzarono come pia pratica avente lo scopo di adorare nell’Eucaristia i misteri della passione e morte di Gesù e assunsero infine il carattere di adorazione comunitaria di Gesù-Eucaristia, centro della vita cristiana, della comunità e fonte del suo rinnovamento spirituale.

In tal senso è molto importante ricordare e sottolineare il valore dell’adorazione eucaristica che, per ogni comunità cristiana, nutrita dalla comunione sacramentale, diventa il culmine e la fonte della sua spiritualità.



Nelle Ammonizioni San Francesco stesso attesta l’importanza che ha per lui l’Eucaristia:

«Ecco, ogni giorno egli si umilia, come quando dalla sede regale discese nel grembo della Vergine; ogni giorno viene a noi in apparenza umile; ogni giorno discende dal seno del Padre sopra l’altare nelle mani del sacerdote. E come ai santi apostoli apparve in vera carne, così ora si mostra a noi nel pane consacrato; e come essi con lo sguardo fisico vedevano solo la sua carne ma, contemplandolo con gli occhi della fede, credevano che egli era Dio, così anche noi, vedendo pane e vino con gli occhi del corpo, vediamo e fermamente crediamo che il suo santissimo corpo e sangue sono vivi e veri.

E in tale maniera il Signore è sempre presente con i suoi fedeli così come egli dice: “Ecco, io sono con voi sino alla fine del mondo” » (Amm I: FF 144-145).



Le giornate eucaristiche nella Basilica di San Francesco d’Assisi iniziano lunedì 6 marzo e si concludono mercoledì 8.

Ogni giorno nella chiesa inferiore presso la Cappella di Santa Caterina alle 15.00 ci sarà l’esposizione del Ss.mo Sacramento e a seguire l’adorazione personale silenziosa. Alle 16.45 la benedizione eucaristica e la reposizione. Alle 17.00 la S. Messa con predicazione.

Fr. Giovanni Nappo


Redazione online

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits