NOTIZIE > francescanesimo

La nostra vita è un grande pellegrinaggio, con Francesco il cristiano è sempre in cammino

Papa Francesco ha fatto la distinzione tra il camminare e il girare. Chi cammina si mette in discussione

di Edoardo Scognamiglio
La nostra vita è un grande pellegrinaggio, con Francesco il cristiano è sempre in cammino
Credit Foto - Facebook - La via di Francesco

Quando è stata aperta la tomba dei primi cinque compagni di san Francesco, che si trova in Basilica Inferiore, l’esame osseo ha dato informazioni importanti: di età compresa fra i 30-35 e 50-55 anni, vissuti in buone condizioni igienico-sanitarie soprattutto in fase evolutiva, sottoposti a stress biomeccanico, interessante in particolar modo il rachide e gli arti inferiori. Fratelli che seguirono Francesco nella sua straordinaria avventura di vivere con radicalità il Vangelo.

La nostra vita è un grande pellegrinaggio: gli amori, gli affetti, le sofferenze, ogni sforzo e fatica, insieme a tutti gli incontri che facciamo, ci dicono che non camminiamo da soli e che tra i nostri compagni di viaggio c’è il povero, il bisognoso, ma anche Dio che si nasconde nel cuore di ciascuno di noi e ci assicura la sua benedizione.


Papa Francesco ha fatto la distinzione tra il camminare e il girare. Chi cammina si mette in discussione, ha davanti a sé una meta, segue degli obiettivi, necessita di spostamento, di cambiamento. Colui che gira attorno a se stesso, alle sue convinzioni, ai suoi piccoli progetti, non è capace di muoversi, né di operare alcun cambiamento. Chi gira di qua e di là è più un errante che un pellegrino. Chi cammina alla presenza del Signore è certo del percorso intrapreso e non vacilla: sa dove sta andando e con chi sta camminando. Il pellegrino è audace, forte, gioioso, deciso nel suo passo, carico di energia e di speranze, ha delle attese da portare avanti.


Chi cammina si apre all’incontro con l’Altro. Chi si perde dietro a se stesso, invece, non può essere una persona felice perché non ha degli obiettivi, non ha una meta da raggiungere, né ha audacia per andare avanti. Quante volte ci fermiamo nella nostra vita? A volte la paura ci arresta, ci fa bloccare! Chi ha fede, invece, sa osare, sfida ogni situazione della vita e procede sempre in avanti.


Papa Francesco ha detto che «siamo sicuri soltanto quando camminiamo alla presenza del Signore Gesù. Lui ci illumina, lui ci dà il suo Spirito per camminare bene».


Edoardo Scognamiglio
Teologo

Commenti dei lettori



NON CI SONO COMMENTI PER QUESTO ARTICOLO

Lascia tu il primo commento

Lascia il tuo commento

Nome (richiesto):
Email (richiesta, non verrà mostrata ai visitatori):
Il tuo commento(Max. 300 caratteri):
Organo ufficiale di Stampa della Basilica di San Francesco d'Assisi
Custodia Generale Sacro Convento
© 2014 - tutti i diritti riservati
Contatti | Credits